No all’assegno di mantenimento anche nel caso in cui si conviva con “l’amico”

Nuova interessante presa di posizione della Corte di Cassazione in tema di assegno divorzile

Con l’ordinanza n. 6009 del 2017 (scaricabile qui: Cass 6009 2017) la Corte di Cassazione è intervenuta nuovamente sul tema dell’assegno di mantenimento.

Seguendo il filone interpretativo più recente, la Corte ha riconosciuto la non spettanza dell’assegno nel caso di convivenza post coniugale.

L’elemento innovativo della pronuncia in oggetto riguarda la natura della convivenza. Infatti in tale fattispecie non si tratta (almeno apertamente) di una nuova famiglia di fatto ma di una “semplice” convivenza, seppur duratura, con un “amico”.

Il Tribunale, in primo grado, aveva rigettato la domanda di attribuzione dell’assegno divorzile, ritenendo pacifico il dato della convivenza della signora con un nuovo compagno. La Corte d’Appello, in riforma della precedente sentenza, ha invece accordato la domanda di assegno affermando che, nel caso di specie, vi era la “prova unicamente della coabitazione ma non della stabile convivenza”.

La Corte di Cassazione, investita della questione ha annullato la sentenza della Corte d’Appello.

Per la Corte, infatti, dagli atti in causa si ricava in modo certo l’esistenza della coabitazione della signora con il nuovo compagno, con il quale intratteneva da tempo una “affettuosa amicizia” e con il quale inoltre contribuiva al menage familiare.

La distinzione “coabitazione” – “convivenza”, alla base della decisione della Corte di Appello, non è, per i giudici della Corte di Cassazione, giuridicamente ne logicamente sostenibile, in quanto non è dato comprendere gli elementi distintivi della prima situazione con la seconda.

Tale pronuncia, dunque, accoglie ed amplia l’innovativo filone interpretativo teso a negare l’assegno di mantenimento per le coppie divorziate nel caso di nuova convivenza, senza necessità di dover provare l’esistenza di una vera e propria convivenza more uxorio.

Per un ulteriore approfondimento sull’argomento si consiglia la lettura di:

Famiglia di fatto e assegno divorzile