ATTO di diritto penale: riferimenti normativi e linee guida giurisprudenziali

ATTO DI APPELLO

Riferimenti normativi

NON DOVERSI PROCEDERE PER DIFETTO DI QUERELA NON CONFIGURANDOSI LE AGGRAVANTI DI CUI ALL’ART. 625

RICONOSCIMENTO DELL’ART. 56 C.P. IN CORRELAZIONE DELL’ART. 624 CP(TENTATO FURTO E NON CONSUMATO)

RICONOSCIMENTO DELL’ATTENUANTE EX ART 62 N. 4 CP.

Art. 529 cp

Art. 131 bis cp

 

Riferimenti giurisprudenziali

  • pen. IV sez., 29 gennaio – 20 febbraio 2014 – n. 8094/2014 -20140221-snpen@s40@a2014@n08094@tS.clean “NEL DELITTO DI FURTO, NON INTEGRA L’AGGRAVANTE DEL MEZZO FRAUDOLENTO IL MERO NASCONDIMENTO SULLA PERSONA DELLA MERCE SOTTRATTA A UN ESERCIZIO COMMERCIALE, TRATTANDOSI DI BANALE E ORDINARIO ACCORGIMENTO CHE NON VULNERA IN MODO APPREZZABILE LE DIFESE APPRESTATE A TUTELA DEL BENE”
  • CASS 40354 del 2013 sul furo nel supermercato
  • pen. V sez. n. 2151/2014 “INTEGRA IL DELITTO DI FURTO TENTATO E NON CONSUMATO LA CONDOTTA DI COLUI CHE PRELEVI MERCE DAI BANCHI DI UN SUPERMERCATO E SUPERI LE CASSE SOTTRAENDOSI AL PAGAMENTO, SE IL FATTO AVVIENE SOTTO IL COSTANTE CONTROLLO DEL PERSONALE INCARICATO DELLA SORVEGLIANZA, NON POTENDOSI IN TAL CASO RITENERE REALIZZATA LA SOTTRAZIONE DELLA COSA DAL MOMENTO CHE IL POSSESSORE ORIGINARIO CONSERVA UNA RELAZIONE COL BENE E Può IN OGNI MOMENTO INTERROMPERE L’AZIONE DELITTUOSA”
  • Cass 16 dicembre 2014

possibile schema:

nella parte in diritto

rilevare la circostanza che manca la querela.

Rilevare che viene contestata la circostanza aggravante e ciò esclude l’applicabilità del 524 ult. Co. Cp. (Cass. 40354/2013)

Nella denegata ipotesi in cui dovesse essere contestata l’aggravante del il mezzo fraudolento la fattispecie non si qualifica come furto bensì come tentativo  di furto.

Inoltre Cass. SSUU dicembre 2014 ha affermato, con riguardo alla presenza di personale addetto alla sorveglianza che “Il controllo costante non incide sul fatto costitutivo di reato, ma ha l’attitudine a escludere la circostanza dell’esposizione alla pubblica fede”

In ogni caso nella fattispecie scrutinata è necessario contestare l’improcedibilità per mancanza di querela. Querela che può presentare solo il soggetto legittimato Cass. pen., Sez. IV, 5.3.2013 (dep. 21.3.2013) n. 13071, Pres. Brusco, Rel. Dell’Utri, ric. Sciuscio (sulla legittimazione alla querela del responsabile dell’esercizio)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.